IL MIO CONDOMINIO ME LO CABLO IO

 

 

Il mio condominio me lo cablo io

Questo potrebbe divenire il tormentone del 2017/2018 ma perché?

In questi mesi stanno arrivando alcune  lettere indirizzate agli amministratori di condominio, lettere provenienti dai maggiori operatori telefonici.

Queste lettere, di cui potrete trovarne una copia di un fornitore di rete sul nostro sito… www.homefibersolution.it, hanno come scopo quello di proporre un impianto in fibra all’interno del condominio/unità immobiliare.

Volevamo in questo senso provare e dare una nostra interpretazione, e fornire eventuali risposte da poter utilizzare per comunicare  al mittente.

L’oggetto della lettera  è  che “L’operatore” si propone di passare  la fibra ottica  nella verticale del palazzo e raggiungere ogni singolo condomino, e allo stesso tempo, richiede informazioni sulla possibile presenza  di un impianto “Multiservizio” conforme alle normativa nazionale.

In pratica l’operatore  testualmente scrive:

Con la presente ai sensi dell’ articolo 8 del d.lgs. 33 2016 si richiede l’accesso alle infrastrutture esistenti, interne al vostro condominio/unità Immobiliare.

Al fine di verificare la fruibilità e valutare le modalità migliori con cui realizzare l’intervento, Vi richiediamo se tali infrastrutture siano state realizzate ai sensi dell’articolo 135 bis del dpr 6 giugno2001 n°380

Si rammenta che in base alla sopracitata normativa si attende un vostro riscontro entro due mesi dalla data di ricevimento della presente lettera.”

Ok ….proviamo ora a  chiarire alcuni punti:

 

  • Cosa dice l’articolo 8 del LGS 33 2016’?
  1. I proprietari di unità immobiliari, o il condominio

ove costituito in base alla legge, di edifi ci realizzati nel rispetto

di quanto previsto dell’articolo 135 -bis del decreto

del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380, o

comunque successivamente equipaggiati secondo quanto

previsto da tale disposizione, hanno il diritto, ed ove richiestone,

l’obbligo, di soddisfare tutte le richieste ragionevoli

di accesso presentate da operatori di rete, secondo

termini e condizioni eque e non discriminatorie, anche

con riguardo al prezzo. Laddove un condominio anche di

edifi ci esistenti realizzi da sé un impianto multiservizio in

fi bra ottica e un punto di accesso in conformità a quanto

previsto dal precitato articolo 135 -bis del decreto del Presidente

della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380, divenendone

titolare, ha il diritto ed ove richiestone, l’obbligo,

di soddisfare tutte le richieste ragionevoli di accesso presentate

da operatori di rete, secondo termini e condizioni

eque e non discriminatorie, anche con riguardo al prezzo.

LEGGE COMPLETA SU SEZIONE NORMATIVE:

 

  • Cosa significa se avete realizzato infrastrutture ai sensi dell’articolo 135 ecc ecc?

Indica l’obbligo di un impianto multiservizio con delibera dopoil 1 luglio 2015

LEGGE COMPLETA SU SEZIONE NORMATIVE

  • Perché due mesi di tempo per rispondere?

Se non viene raggiunto un accordo sull’accesso di

cui ai commi 1, 3 e 4 entro due mesi dalla data di ricevimento

della richiesta formale di accesso, ciascuna delle

parti ha il diritto di rivolgersi all’organismo nazionale di

cui all’articolo 9.

  • In pratica…..perché scegliere di cablarsi il proprio condominio e non dare SUPPORTO all’operatore?

Perché in base alla normativa, se nel vostro palazzo avete già costituito un vostro impianto “Multiservizio” è lo avete fatto a norma,si  dovrebbe usare il vostro di impianto e non poterne costruire uno parallelo!.

  • Perché dovrei pagare un installatore e farmi installare un impianto “MULTISERVIZIO” quando l’operatore lo farebbe lui?.

Perche in base alle nuove direttive, un condominio che si fa un impianto in maniera autonoma ne è POSSESSORE! , L’IMPIANTO diviene un’ “Infrastruttura di Rete” e quindi una POSSIBILE RISORSA ECONOMICA PER LO STESSO CONDOMINIO!

  • Ma non solo…ma anche perchè

Perché la fibra utilizzata  non è  una sola fibra e solo per internet , ma nel  multiservizio si usa  una fibra a 8 core (otto fibre)  per ogni appartamento, e che può trasportare segnali tv e satellite, citofonia, videosorveglianza e ben DUE LINEE DESTINATE AGLI OPERATORI CHE VOLESSERO PORTARE LA BANDA LARGA AL VOSTRO APPARTAMENTO!

QUINDI PER CONCLUDERE…..L’IMPIANTO FATTO DAL CONDOMINIO SARA’ UNA  VERA E PROPIA  ANIMA DEL PALAZZO, ED ESSENDO DI  PROPIETA’, POTRA SICURAMENTE NEL TEMPO, DIVENIRE UNA VERA E PROPIA RISORSA ECONOMICA!

QUESTI SONO SOLO ALCUNI DEI VANTAGGI ,VE NE SONONMOLTRI ALTRI CHE SONO LEGATI NON SOLO ALLA FUNZIONALITA DEL PALAZZO/CONDOMINIO, MA VANNO A INFICIARE SULLA QUALITA DEGLI APPARTAMENTI E DI CONSEGUENZA  SUL SUO STESSO VALORIE ECONOMICO DI VENDITA,OLTRE AD AUMENTARNE IL PRESTIGIO

RICHIEDETECI CHIARIMENTI O UTERIORI  INFO, SAREMO A VOSTRA DISPOSIZIONE .

LO STAFF DI

WWW.HOMEFIBERSOLUTION.IT

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *